Kiwanis Club Foligno
Kiwanis Club Foligno Kiwanis Club Foligno Kiwanis Club Foligno Kiwanis Club Foligno Kiwanis Club Foligno

A Tavoloa Oggi

18/03/2005

Broseccheria via Garibaldi Foligno

 

Venerdi 18 marzo 2005, utilizzando la professionalità specifica della nostra Socia Graziella Frenquellucci, si è tenuto un Caminetto dal titolo “A tavola oggi” che ha voluto avere il taglio, anche un po’ scherzoso, di un “Bignami” di dietetica e alimentazione .

Punto iniziale e centrale è stato che non è affatto detto che si debba essere magri per forza, ma se un po’ di morbida rotondità è più che accettabile (basta sentirsi bene nel proprio corpo e nella propria pelle) l’obesità in senso vero non lo è per motivi squisitamente medici, a causa dei danni cardiovascolari, metabolici ed osteoarticolari che può causare.

Sono stati introdotti quindi i concetti di fabbisogno calorico, in relazione al fatto che il peso corporeo è l’espressione dell’equilibrio tra entrate (cioè apporto calorico) e uscite (cioè dispendio energetico ); si è parlato di scelta dei cibi in base alla loro densità calorica, alla stagionalità e al loro essere freschi o conservati; si è parlato poi di lavaggio, conservazione e modalità di cottura dei vari alimenti, fritture e arrosti alla brace compresi.

Sono stati poi esaminati gli errori più comuni che si possono compiere in perfetta buona fede cercando di effettuare una dieta “fai da te” : saltare i pasti, sostituire pane con grissini o crackers, valutare erroneamente il “peso” calorico di alcuni piatti ritenuti “leggeri” (la caprese, per esempio).

Si è parlato dei cibi cosiddetti “dietetici” e del loro reale valore (pasti sostitutivi, integratori, alimenti per diabetici, biscotti alle fibre o senza colesterolo fino agli alimenti “magici” (le lumache, le spezie ed i cibi afrodisiaci, l’ananas), per arrivare infine a trattare brevemente della alimentazione nelle condizioni patologiche più comuni (osteoporosi, diabete, gotta ecc.) e a commentare le diete più famose (dieta punti, dieta dissociata, dieta del fantino).

La Dott.ssa Frenquellucci ha infine concluso che, facendo salva la prescrizione dietetica di tipo medico collegata a problemi fisici particolari, l’unica dieta che si può (e forse anche si dovrebbe) seguire a lungo è quella che configura uno stile alimentare corretto, adeguata dal punto di vista calorico, senza troppe limitazioni, varia, , più simile al modello mediterraneo che a quello americano e comunque integrata in un corretto e sano stile di vita.

Scarica il PDF